[Amadeux BiblioForum]
Clicca qui per andare al sito di Audioterapia, Musica ed elementi subliminali benefici
04/07/2020 - 01:56:40
    [Amadeux BiblioForum]                                     Ip: 3.233.229.90 - Sid: 900027594 - Visite oggi: 15295 - Visite totali: 38.102.722

Home | Forum | Calendario | Registrati | Nuovi | Recenti | Segnalibro | Sondaggi | Utenti | Downloads | Ricerche | Aiuto

Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?



 Tutti i Forum
 Network NEWS
 NOVITA' by Amadeux network
 Mandela, oltre 80 capi di Stato in Sud Africa
 Nuova Discussione  Rispondi alla discussione
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione n. 15908 Discussione Successiva  

admin
Webmaster

8hertz

Regione: Italy
Prov.: Pisa
Città: Ponsacco


22482 Messaggi

Inserito il - 09/12/2013 : 11:31:37  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Mandela, oltre 80 capi di Stato in Sud Africa per l'ultimo saluto

Netanyahu non va: il viaggio costa troppo

Assenti anche il Dalai Lama e la regina Elisabetta II. Ci saranno Obama e Letta

09/12/2013

Oltre 80 tra capi di Stato e di Governo parteciperanno questa settimana alle celebrazioni in Sudafrica per dare l'ultimo saluto a Nelson Mandela, morto il 5 dicembre a 95 anni. La cerimonia ufficiale di addio è prevista per martedì al Soccer City, lo stadio di Soweto, nella periferia di Johannesburg, che ha una capacità di 94.000 persone. I funerali si terranno invece domenica a Qunu, il piccolo villaggio dove Mandela ha trascorso l'infanzia e dove verrà sepolto.

«Tutto il mondo verrà in Sudafrica», ha detto il portavoce del ministro degli Esteri. Anche il presidente cubano Raul Castro parteciperà alle cerimonie per rendere l'ultimo omaggio al leader che ha sconfitto l'apartheid.

Sugli spalti di Soweto ci saranno tra gli altri Barack Obama, Francois Hollande, Enrico Letta, David Cameron. Assente invece la regina Elisabetta II d'Inghilterra. Da qualche tempo la sovrana, 87 anni, ha ridotto i suoi viaggi all'estero. A rappresentarla ci sarà il figlio Carlo che domenica 15 dicembre, al termine di una lunga settimana di preghiere e celebrazioni, parteciperà anche ai funerali.

Tra gli assenti anche il primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu, che ha invece deciso di rinunciare a causa dell'alto costo del viaggio in Sudafrica. Lo riferisce la stampa israeliana. Il premier aveva notificato alle autorità sudafricane la sua presenza, ma, riferiscono la radio pubblica e Haaretz, ha deciso all'ultimo momento di annullare il viaggio che sarebbe costato almeno sette milioni di shekel, vale a dire un milione 450 mila euro, per il trasporto e la sicurezza. Il costo dell'affitto di un aereo dell'El Al da solo sarebbe costato 2,8 milioni di shekel e il trasposto di materiale e personale di sicurezza con un volo dell'esercito avrebbe aggiunto al conto altri 3,2 milioni di shekel. Netanyahu erastato oggetto di dure critiche dopo che la stampa aveva rivelato di recente che l'anno scorso le tre residenze del premier sono costate ai contribuenti 700.000 euro.

Anche il Dalai Lama mancherà ai funerali. «Ho perso un caro amico». Così lo aveva saluto dalle pagine del suo sito ufficiale solo pochi giorni fa. Ma il Dalai Lama non ci sarà a dare l'ultimo saluto a Mandela. E il ricordo torna immediatamente ai quei due visti negati in passato dal Sudafrica di Thabo Mbeki e Jacob Zuma, accusati all'epoca di aver ceduto alle pressioni del potente partner economico, la Cina, che cerca in tutti i modi di limitare i viaggi del leader spirituale tibetano, simbolo - proprio come Madiba - della lotta non violenta per la libertà del suo popolo.

Il Dalai Lama è stato in Sudafrica nel 1996, 1999 e 2004, ricevuto dai presidenti ai tempi in carica Nelson Mandela e dallo stesso Mbeki. Ma nel 2009 si vide rifiutare il visto. Era stato invitato a un conferenza per parlare di pace da altri Nobel per la pace come lui, da Mandela e dall'ex presidente Frederick De Klerk, e dall'arcivescovo Desmond Tutu. Poi un'altra volta nel 2011, dove era atteso per celebrare gli 80 anni di Tutu che in quell'occasione accusò il governo sudafricano di essere peggio di quello dell'apartheid.

Ed è stato proprio Tutu a paragonare i due grandi uomini, nelle ore successive la morte di Mandela: «Quello che ha passato, ha dimostrato la sua dedizione e la sua abnegazione. Aveva l'autorità e la forza d'attrazione di chi soffre in nome di altri: come Gandhi, Madre Teresa e il Dalai Lama». Il saluto del Dalai Lama resterà comunque in quelle parole espresse il 6 dicembre: «Il miglior omaggio che possiamo rendere a Mandela è fare tutto ciò che possiamo per contribuire al rispetto dell'unità dell'umanità e lavorare per la pace e la riconciliazione come ha fatto lui».

Lunedì 09 Dicembre 2013 - 08:50

ilmessaggero.it

admin
Webmaster

8hertz


Regione: Italy
Prov.: Pisa
Città: Ponsacco


22482 Messaggi

Inserito il - 09/12/2013 : 11:44:10  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
DIPARTITA DI NELSON MANDELA

L’Associazione Internazionale per la Coscienza di Krishna si unisce al mondo in lutto per rendere omaggio a colui che meglio ha rappresentato i diritti umani nella storia recente, il Presidente Nelson Rolihlahla Mandela.
In questa triste circostanza porgiamo le nostre più sentite condoglianze alla famiglia Mandela e all’intera nazione del Sudafrica.

>> http://www.villavrindavana.org/it/images/pdf/dipartita-nelson-mandela.pdf



His Holiness the Dalai Lama Expresses Condolences at the Passing Away of Nelson Mandela

December 6th 2013

New Delhi, India, 6 December 2013 – In a letter to the family of Nelson Mandela, His Holiness the Dalai Lama expressed his deep sadness on learning of the passing away of Nelson Mandela. His Holiness wrote: “In his death the world has lost a great leader, whose steadfast and unflinching determination played a key role in securing peace and reconciliation during South Africa’s transition from apartheid rule. Under his leadership South Africa was transformed through peaceful means, in the spirit of reconciliation.”

His Holiness said that he will personally miss a dear friend, who he had hoped to meet again and for whom he had great admiration and respect. In his letter, His Holiness continued, “He was a man of courage, principle and unquestionable integrity, a great human being, someone of whom we can truly say, “He lived a meaningful life.” I pray for him and offer my heartfelt condolences to you, the members of your family and the entire people of South Africa.”

Finally, His Holiness expressed that although Nelson Mandela had physically departed, his spirit will go on. He expressed that the best tribute we can pay to him is to do whatever we can to contribute to honoring the oneness of humanity and working for peace and reconciliation as he did.
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione n. 15908 Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi alla discussione
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:



Macrolibrarsi


EnglishFrenchGermanItalianSpanish


[Amadeux BiblioForum] © 2001-2020 Amadeux MultiMedia network. All Rights Reserved. Torna all'inizio della Pagina