[Amadeux BiblioForum]
Clicca qui per andare al sito di Audioterapia, Musica ed elementi subliminali benefici
06/07/2020 - 14:22:43
    [Amadeux BiblioForum]                                     Ip: 18.205.109.152 - Sid: 253944307 - Visite oggi: 20794 - Visite totali: 38.160.006

Home | Forum | Calendario | Registrati | Nuovi | Recenti | Segnalibro | Sondaggi | Utenti | Downloads | Ricerche | Aiuto

Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?



 Tutti i Forum
 Network NEWS
 NOVITA' by Amadeux network
 Mindfulness Project presenta James Low
 Nuova Discussione  Rispondi alla discussione
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione n. 14591 Discussione Successiva  

admin
Webmaster

8hertz

Regione: Italy
Prov.: Pisa
Città: Ponsacco


22486 Messaggi

Inserito il - 07/11/2012 : 10:19:50  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Mindfulness Project presenta James Low e la Ven. S. Khadro, a novembre a Milano

Mindproject.com

Cari amici,

vogliamo segnalarvi i due prossimi eventi che si terranno presso il Centro Mindfulness Project di Milano durante questo mese di novembre. Il primo è il seminario con James Low, psicoterapeuta occidentale, mentre il secondo è il seminario con la Ven. Sanghye Khadro, monaca buddhista occidentale, entrambi conoscitori dei sottili meccanismi della mente evidenziati dalla psicologia buddhista.
In questa newsletter, così come sul sito, potete trovare tutti i dettagli riguardanti entrambi i seminari.
Naturalmente potete anche contattarci in qualsiasi momento contattandoci via mail all'indirizzo della segreteria del Centro Mindfulness Project di Milano centromilano@mindproject.com
Un caro saluto a tutti

------

ATTENZIONE, DISTRAZIONE E ATTACCAMENTO

Seminario con James Low - 9-11 novembre 2012

Nell'approccio buddista l'attaccamento è considerato la radice di ogni sofferenza. Con attaccamento intendiamo quell'attitudine a essere coinvolti nelle cose, e in noi stessi percepiti come “cosa”, come se esse fossero entità reali, autonomamente esistenti di per sé stesse. Ne consegue che il nostro aggrapparci alle percezioni che abbiamo delle cose e di noi stessi e alle storie che su di esse costruiamo, ci impedisce di prestare attenzione ai fenomeni per come essi si rivelano, senza sovrapporre una interpretazione, e quindi ci impedisce di attingere alla pienezza della nostra vita.

Questo è vero sia nella vita di tutti i giorni sia nella pratica psicoterapeutica, nella misura in cui le patologie che questa affronta, dalle neurosi alle psicosi, dal disordine psicotico ai disturbi mentali o esistenziali, sono riconducibili a problemi di attenzione –mancanza di attenzione, attacchi alla capacità di prestare attenzione, disturbi nell'attenzione.

Nel seminario , James Low, partendo dalla visione tradizionale buddista sull'attaccamento, illustrerà come esso influenza la nostra capacità di prestare attenzione e ci mostrerà come potremmo evitare, o contenere, la sofferenza impegnandoci con il mondo con minor attaccamento e con maggiore gioia.

Cenni biografici su James Low

James Low ha iniziato a studiare e praticare il Buddismo tibetano in India negli anni '60, e ha avuto grandi maestri, quali Kalu Rinpoche, Chatral Rinpoche, Kanjur Rinpoche, Dudjom Rinpoche, e Namkhai Norbu Rinpoche In India ha fatto diversi ritiri e pellegrinaggi sull'Himalaya.e ha incontrato il suo Guru Radice in Chhimed Rigdzin Lama (C.R.Lama), presso il quale è vissuto anni nel tradizionale rapporto Guru-discepolo. Tornato in Europa, su sollecitazione di C.R.Lama e ricevute le trasmissioni necessarie, ha iniziato a sua volta a insegnare, a partire dal 1976, i principi dello dzogchen.
Lo dzogchen, considerato spesso il livello più alto del buddismo tibetano, è un metodo antico di realizzazione della nostra propria autentica natura. La tradizione della trasmissione, ininterrotta, parla al cuore della condizione umana, mettendo in luce la necessità di integrare tutti gli aspetti del proprio essere, al di là di paura, ansia e diniego. JL ha saputo integrare la tradizione dzogchen con la sua vita e la sua professione e ciò traspare chiaramente nei suoi insegnamenti, nei quali sa rivolgersi agli occidentali usando metodi e linguaggi che rendano i principi dello dzogchen facilmente accessibili e comprensibili alla loro mentalità e psicologia.JL attualmente vive a Londra dove lavora come Consulente Psicoterapeuta in un ospedale del National Health Service,e svolge una pratica psicoterapeutica privata.
Vi è un suo libro disponibile anche in italiano (Esserci, pubblicato per le Edizioni Astrolabio nel 2005)

Maggiori info sul seminario, costi e modalità di partecipazione: vedi sito Mindproject.com

---

LE EMOZIONI DISTRUTTIVE

Seminario Venerabile Sangye Khadro - 24-25 novembre 2012

Tutti noi ci ritroviamo, nella vita di tutti i giorni, a doverci confrontare con emozioni che sono state definite nella letteratura “distruttive” in quanto causano un danno a noi stessi o agli altri, danno che può anche voler dire semplicemente, per noi e per gli altri, minor felicità, minor benessere, minor lucidità e libertà, percezioni più distorte della realtà. L’elenco può essere molto lungo – le scritture buddiste parlano di 84.000 tipi di emozioni negative, numero indicativo della complessità della mente umana -, e alcune, quali la mancanza di stima o di rispetto per sé stessi, l’odio per sé stessi, la depressione e i sensi di colpa, sono proprie del mondo occidentale. Superarle implica innanzitutto riconoscerle e identificarle e la Ven Sangye Khadro può aiutarci a farlo nel migliore dei modi, coniugando, attraverso la sua esperienza di monaca buddista occidentale, la psicologia e il linguaggio occidentale con la filosofia e la tradizione buddista di “scienza della mente”.

Il seminario comprenderà oltre agli insegnamenti di Dharma, sessioni di meditazione guidata, discussioni e lavoro esperienziale di gruppo. Non è rivolto solo a praticanti del sentiero buddhista, ma a tutti coloro che desiderano, grazie a un maggior controllo della propria mente, avere una vita più felice e semplificare le relazioni con gli altri e il rapporto con sé stessi.

Cenni biografici su Ven. Sangye Khadro

Sangye Khadro (Kathleen McDonald) è nata in California nel 1952, ha ricevuto i primi insegnamenti sul buddismo a Dharamsala, India, nel 1973. E’ stata ordinata monaca nel 1974, presso il Monastero di Kopan, in Nepal, dove ha vissuto alcuni anni, studiando e facendo ritiri di meditazione, ed ha preso i voti completi (voti di Gelongma) nel 1988. Ha avuto come insegnanti grandi maestri, quali Lama Zopa Rinpoche, Lama Thubten Yeshe, Sua Santità il Dalai Lama, Geshe Ngawang Dhargyey e Geshe Jampa Tegchog.
Dopo un periodo di studi in Inghilterra, nel 1979, su richiesta dei suoi maestri, ha iniziato ad insegnare e da allora ha viaggiato in molti paesi, assumendo anche responsabilità di insegnante residente ad Adelaide, dal 1985 al 1987 presso la Buddha House, e a Singapore, per 11 anni presso l’Amìtabha Buddhist Centre.
Nel 1982 ha fondato in Francia, con altre monache buddiste occidentali il monastero Dorje Pamo, la prima comunità di monache buddiste occidentali.
A metà 2005 ha interrotto l’insegnamento per compiere il ritiro di un anno, in Spagna, e ora vive presso l’ILTK, a Pomaia, dedicandosi agli studi (Masters Program) e agli insegnamenti (seminari sulle emozioni negative e sulla preparazione alla morte e assistenza al morente, V. www.iltk.it).
Il suo libro, “Come meditare” è un best seller in molte lingue, disponibile anche in italiano (Chiara Luce Edizioni), giunto nelle edizioni Wisdom Publications alla 14° ristampa.

Maggiori info sul seminario, costi e modalità di partecipazione: vedi sito Mindproject.com

  Discussione Precedente Discussione n. 14591 Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi alla discussione
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:



Macrolibrarsi


EnglishFrenchGermanItalianSpanish


[Amadeux BiblioForum] © 2001-2020 Amadeux MultiMedia network. All Rights Reserved. Torna all'inizio della Pagina