[AmadeuX BiblioForum]
Clicca qui per andare al sito di Audioterapia, Musica ed elementi subliminali benefici
22/07/2024 - 16:47:51
    [AmadeuX BiblioForum]                                     Ip: 3.235.182.206 - Sid: 774038995 - Visite oggi: 11747 - Visite totali: 67.816.126

Home | Forum | Calendario | Registrati | Nuovi | Recenti | Segnalibro | Sondaggi | Utenti | Downloads | Ricerche | Aiuto

Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Forums e Archivi PUBBLICI
 SUBLIMEN BiblioForum
 L'universo informazionale
 Nuova Discussione  Rispondi alla discussione
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione n. 24129 Discussione Successiva  

admin
Webmaster

8hertz

Regione: Italy
Prov.: Pisa
Città: Capannoli


24554 Messaggi

Inserito il - 09/09/2023 : 10:41:27  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
L'universo informazionale

Consapevolezza

>> https://bit.ly/3Zcu1zH

Che cosa esisteva prima, il verbo o il nome?

Redazione - Scienza e Conoscenza - 08/09/2023

Tutta la conoscenza di cui dispone attualmente l’umanità è costituita da emanazioni della mente umana. Tutte le conoscenze che abbiamo sono state immaginate, elaborate ed espresse da alcuni degli esseri umani vissuti in diversi momenti della storia dell’uomo.

Tutta la conoscenza di cui dispone attualmente l’umanità è espressa in parole. Le parole sono dei contenitori nei quali la conoscenza viene conservata sotto forma di significati.

Il verbo e il nome sono due elementi imprescindibili di qualsiasi frase o enunciato. Non esiste informazione o conoscenza che si possa esprimere e trasmettere in mancanza di queste due parti del discorso. Anche se sono strettamente collegati, la domanda è: quale dei due è nato per prima? Per prima fu un’azione o un nome? Quale di essi è preesistente all’altro?

Il Nome precede l’Azione o l’Azione precede il Nome?

“Il nome precede l’azione” e “l’azione precede il nome” sono due filosofie totalmente diverse per rapportarci alla realtà in cui viviamo. Sono due dottrine che influenzano l’intera esperienza pratica di vita dell’essere umano.

Il Vangelo di Giovanni inizia così:

“Nel principio era il Verbo, e il Verbo era con Dio, e il Verbo era Dio”.

Se accettiamo che per primo ci sia stato il verbo, quale è stata la prima azione in assoluto? È stata compiuta o subita? Chi l’ha compiuta o chi l’ha subita? Forse per prima esisteva un verbo, specificatamente impersonale, che ha compiuto un’azione e da questa specifica computazione fu generato un nome. Ma quale è quel primo verbo e quale è quel primo nome da esso generato?

Immaginiamo che il primo verbo è Moto e Riposo: qualcosa che ha a che fare con “riposarsi”, “rilassarsi”, “abbandonarsi”, “allungarsi”, “allontanarsi”, ecc. Un verbo che esprime un movimento generato dal riposo, un tipo di caduta libera generata dal concentrarsi o restringersi verso l’interno. Un po’ come quando sei molto stanco e ti cade la testa o un braccio. La sensazione è di prolungamento, come se una parte del corpo si è improvvisamente sciolta al punto di essere più elastica, di andarsene.

Stiamo parlando del primo verbo o azione, avvenuto in un momento in cui non esistevano ancora nomi. Chi è allora che si muoveva per compiere e subire questo genere di azione? Il Nulla. Il Nulla iniziò a muoversi. Il Nulla è l’unico nome che precede il verbo, o meglio, è la mancanza del nome che precede il verbo e così il Verbo diventa il Primo Nome.

L’universo in cui viviamo, nella sua fase zero di esistenza coincide con il Nulla. Nella sua prima fase di esistenza, nel primo eone, dal nulla si è prodotta l’informazione quantistica e nella seconda età o eone, dalla combinazione del nulla ed informazione quantistica viene prodotta l’energia. Poi è avvenuto quello che si chiama creazione o big bang, che ha dato inizio alla terza età o fase di esistenza: la fase materiale. La particella elementare del nostro universo informazionale è il qubit. Ogni oggetto naturalmente creato possiede un qubit di informazione quantistica che contiene l’informazione riferita a se stesso, che raduna, unifica e riorganizza l’informazione di tutto ciò che è stato creato in precedenza. Quando l’essere umano accede al qubit di informazione quantistica riferita all’Essere Cristo, l’umano perfetto, riceve il suo Nome dentro il corpo fisico e lui stesso diventa portatore del Verbo, che è la Parola di Dio manifesta, e insieme ad esso riceve la capacità di creare nell’Ordine Divino.

Ora i creatori siamo noi!

Nel sesto giorno o eone Dio creò l’uomo “nella sua immagine e somiglianza”, dopodiché “Dio riposò”. Dio ha smesso di creare. L’Uomo è la sua ultima e più potente creazione. La capacità di Creatore fu trasferita all’Uomo, insieme alla Parola di Dio che edifica.

Ora i Creatori siamo noi!

Che cosa possiamo creare? Possiamo creare ogni cosa.

Importante è ricreare noi stessi come umani perfetti e poi, usando noi stessi come mattoni, creare il prossimo eone nell’esistenza dell’universo. L’Umanità non è stata ancora creata ed è il nostro compito metterla in esistenza.

Con la sua discesa e ascesa, la morte e la risurrezione, Gesù Cristo ha aggiunto un nuovo anello nella crescita dell’universo e ha generato così la dimensione energetico-informazionale riferita a questo nuovo Essere Vivente, da lui stesso chiamato Amen. Tutti coloro che tornano alle loro radici e accedono alla conoscenza di sé possono partecipare alla manifestazione a livello materiale di Amen, con il proprio corpo fisico trasfigurato dall’amore e dalla consapevolezza.

Amen - La Nuova Umanità — Libro >> https://bit.ly/3Zcu1zH
Una teoria del Tutto
Elena Sanda Chira
https://www.macrolibrarsi.it/libri/__amen-la-nuova-umanita-libro.php?pn=1567

  Discussione Precedente Discussione n. 24129 Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi alla discussione
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:



Macrolibrarsi


English French German Italian Spanish


[AmadeuX BiblioForum] © 2001-2024 AmadeuX MultiMedia network. All Rights Reserved. Torna all'inizio della Pagina