[Amadeux BiblioForum]
Clicca qui per andare al sito di Audioterapia, Musica ed elementi subliminali benefici
04/07/2022 - 08:21:51
    [Amadeux BiblioForum]                                     Ip: 3.215.79.204 - Sid: 178021387 - Visite oggi: 18292 - Visite totali: 55.020.780

Home | Forum | Calendario | Registrati | Nuovi | Recenti | Segnalibro | Sondaggi | Utenti | Downloads | Ricerche | Aiuto

Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Forums e Archivi PUBBLICI
 SUBLIMEN BiblioForum
 Psilocibina: come funziona contro la depressione
 Nuova Discussione  Rispondi alla discussione
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione n. 23303 Discussione Successiva  

admin
Webmaster

8hertz

Regione: Italy
Prov.: Pisa
Città: Capannoli


23493 Messaggi

Inserito il - 30/05/2022 : 09:53:21  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Psilocibina: come funziona contro la depressione

La psilocibina, sostanza contenuta in alcuni funghi allucinogeni, allevierebbe i sintomi della depressione "fluidificando" il pensiero e riconnettendo alcune regioni del cervello.

28 maggio 2022 - Chiara Guzzonato

Depressione

Uno studio pubblicato su Nature Medicine getta nuova luce sul funzionamento della psilocibina, una sostanza psichedelica presente in alcuni funghi allucinogeni utilizzata, in alcuni casi, per curare la depressione. Secondo quanto scoperto, dopo aver assunto psilocibina la mente dei pazienti depressi risulterebbe più interconnessa, e regioni del cervello prima rigide e chiuse a causa della malattia tornerebbero a "parlarsi" tra loro. «La psilocibina funziona in modo diverso dai farmaci antidepressivi convenzionali», spiega David Nutt (Imperial College London), uno degli autori dello studio: «rende la mente più flessibile e fluida, meno ingarbugliata nei pensieri negativi tipici della depressione».

Funghi allucinogeni

I funghi allucinogeni sono delle specie di funghi dalle caratteristiche psicoattive: sia psichedeliche, come nel caso dei funghi contenenti psilocibina, che più genericamente inebrianti, come in quelli contenenti muscimolo e acido ibotenico. Ne esistono circa duecento specie, diffuse in tutto il mondo, e ogni anno i micologi ne classificano di nuove.

CERVELLO RICONNESSO. Negli ultimi vent'anni sono stati condotti diversi studi sul funzionamento dei funghi allucinogeni nella cura dei disturbi depressivi, ma fino ad ora nessuno aveva mai indagato a fondo su che cosa succedesse nella mente dei pazienti. Questa nuova ricerca ha analizzato le scansioni cerebrali di quasi sessanta pazienti clinicamente depressi e ha rilevato che chi aveva assunto psilocibina presentava una maggiore connessione tra le regioni del cervello ricche di recettori della serotonina (un neurotrasmettitore che agisce sull'umore), normalmente "dormienti" in chi soffre di depressione. L'effetto, evidente già dopo un giorno di trattamento, in alcune persone perdurava fino a tre settimane dopo aver cessato l'assunzione. «Questi risultati confermano che la psilocibina potrebbe essere una valida alternativa ai tradizionali farmaci antidepressivi», commenta Nutt.

DURATA DEGLI EFFETTI E RICADUTE. Nonostante i risultati siano promettenti e mostrino gli effetti benefici della psilocibina, è importante tenere a mente che la ricerca è stata condotta in un ambiente controllato, su un campione ridotto di pazienti e che ha escluso, per motivi di sicurezza, categorie importanti come quelle di persone con un passato di psicosi.

Pensieri ossessivi

Rigidità mentale. Il cervello delle persone depresse è caratterizzato da pensieri negativi, ripetitivi e rigidi: questo stile di pensiero ossessivo è detto "ruminazione depressiva".

Inoltre, come sottolinea un altro dei ricercatori, il neuroscienziato Robin Carhart-Harris, non sappiamo ancora quanto durino gli effetti positivi sull'attività cerebrale, ma dopo un po' di tempo alcune persone hanno delle ricadute che potrebbero essere dovute a un ritorno alla "rigidità" mentale tipica della depressione.

Gli studiosi si augurano in futuro di poter indagare il potenziale terapeutico dei funghi allucinogeni non solo per la cura della depressione, ma anche per il trattamento di altre malattie come l'anoressia o le dipendenze, anch'esse contraddistinte da rigidità mentale.

https://www.nature.com/articles/s41591-022-01744-z

https://it.wikipedia.org/wiki/Psilocibina

https://it.wikipedia.org/wiki/Recettore_della_serotonina

da focus.it

  Discussione Precedente Discussione n. 23303 Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi alla discussione
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:



Macrolibrarsi


English French German Italian Spanish


[Amadeux BiblioForum] © 2001-2022 Amadeux MultiMedia network. All Rights Reserved. Torna all'inizio della Pagina