[Amadeux BiblioForum]
Clicca qui per andare al sito di Audioterapia, Musica ed elementi subliminali benefici
22/09/2021 - 01:31:01
    [Amadeux BiblioForum]                                     Ip: 44.197.197.23 - Sid: 198543798 - Visite oggi: 14549 - Visite totali: 50.310.170

Home | Forum | Calendario | Registrati | Nuovi | Recenti | Segnalibro | Sondaggi | Utenti | Downloads | Ricerche | Aiuto

Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Forums e Archivi PUBBLICI
 SUBLIMEN BiblioForum
 I sintomi delle dipendenze
 Nuova Discussione  Rispondi alla discussione
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione n. 22848 Discussione Successiva  

admin
Webmaster

8hertz

Regione: Italy
Prov.: Pisa
Città: Capannoli


23032 Messaggi

Inserito il - 05/08/2021 : 10:09:52  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
I sintomi delle dipendenze

I sintomi delle dipendenze hanno a che fare con una perdita di controllo nei confronti della sostanza o del comportamento in questione. Ma non solo.

Una dipendenza è un disturbo caratterizzato dalla ricerca patologica di ricompensa o sollievo da una particolare sostanza o azione. Provocano attaccamento e perdita di controllo. Tuttavia, quali altri sintomi delle dipendenze possono aiutarci a identificarle?

In questo articolo discuteremo i sintomi di due grandi gruppi di dipendenza: i disturbi da uso di sostanze (tossicodipendenza) e da non dipendenza da sostanze (gioco d’azzardo patologico). La descrizione di questi sintomi ci permette di capire meglio in cosa consistono queste dipendenze.

Tipi di dipendenze

Esistono diversi tipi di dipendenze: da sostanze (come le droghe) e comportamentali, che implicano il compimento di certe azioni in modo compulsivo (che genera una perdita di libertà e un conseguente “aggancio” nella persona).

Secondo il DSM-5 (2013), le dipendenze comportamentali non sono legate alle sostanze (ad esempio il gioco d’azzardo patologico). Tuttavia, il termine “dipendenza” scompare nel DSM-5 a causa delle sue connotazioni negative. Qui discuteremo i sintomi di entrambi i tipi.

I sintomi delle dipendenze da sostanze

Le dipendenze da sostanze (cioè la dipendenza da qualsiasi tipo di droga) sono classificate nel DSM come disturbi da uso di sostanze.

Questo disturbo è definito come un “modello disadattivo di comportamenti legati all’uso di sostanze”, che si esprime attraverso diversi sintomi. Almeno due dei seguenti sintomi devono essere presenti per almeno 12 mesi:

Consumo di una sostanza per un tempo più lungo o in quantità maggiori di quello desiderato.
Brama persistente o sforzi infruttuosi per controllare o interrompere l’uso.
Uso a lungo termine della sostanza.
Craving (desiderio o bisogno irresistibile di usare una droga).
Mancato rispetto degli obblighi (dovuto all’uso).
Uso continuo della sostanza nonostante le difficoltà sociali o interpersonali.
Riduzione di importanti attività sociali, occupazionali o ricreative.
Utilizzo in situazioni fisicamente pericolose.
Uso continuato nonostante il pericolo fisico e psicologico.
Tolleranza.
Astinenza.

Le caratteristiche di una dipendenza

Secondo il DSM-5, deve essere specificata anche la gravità della dipendenza (cioè dei sintomi). Il manuale prevede tre livelli:

Lieve: presenza di 2 o 3 sintomi.
Moderato: 4 o 5 sintomi.
Grave: 6 o più sintomi.

Si dovrebbe anche specificare se la dipendenza è in remissione precoce o sostenuta, se avviene in un ambiente controllato o se il paziente è in terapia di mantenimento.

4 tipi di criteri e sintomi

Il disturbo da uso di sostanze (o dipendenza) è una diagnosi che si raggiunge attraverso l’applicazione di criteri sintomatici, comportamentali e temporali. Questi criteri possono essere raggruppati in quattro categorie o gruppi:

Controllo alterato.
Danneggiamento sociale.
Rischio per il soggetto.
Criteri farmacologici.

I sintomi delle dipendenze non da sostanze: gioco d’azzardo patologico.

L’unico disturbo incluso come un disturbo di dipendenza nel DSM-5 è il gioco d’azzardo patologico. In questo senso, il riconoscimento che il gioco d’azzardo può costituire una patologia risale all’inizio di questo secolo (XXI secolo).

Ma l’attenzione a questo disturbo da parte dei ricercatori è diventata significativa quando è stato riconosciuto come un serio problema di salute pubblica, e ancora di più quando l’American Psychiatric Association (APA) ha introdotto la categoria di “gioco d’azzardo patologico” nel suo manuale diagnostico (cioè il DSM-III) nel 1980.

In questa edizione, sono stati definiti per la prima volta criteri diagnostici specifici per il gioco d’azzardo patologico. Questi sono i seguenti:

Sintomi del gioco d’azzardo patologico

Quali sono i sintomi del gioco d’azzardo patologico? Il gioco d’azzardo patologico è definito, secondo lo stesso DSM-5, come “comportamento persistente di gioco d’azzardo disadattivo, insieme a compromissione e stress” e 4 (o più) dei seguenti sintomi (per almeno 12 mesi):

Necessità di giocare con quantità crescenti di denaro per raggiungere il grado di eccitazione desiderato.
Irrequietezza o irritabilità quando si cerca di interrompere o fermare il gioco.
Ripetuto fallimento negli sforzi per controllare, interrompere o fermare il gioco d’azzardo.
Preoccupazione per il gioco d’azzardo (es. preoccupazione di rivivere esperienze di gioco passate, compensare i vantaggi tra concorrenti, o pianificare la prossima avventura).
Il gioco d’azzardo è usato come una strategia per sfuggire ai problemi o per alleviare la disforia (ad esempio sentimenti di disperazione, senso di colpa, ansia, depressione, ecc.).
Dopo aver perso al gioco, riprovarci per cercare di rivincerli (cercare di “cacciare” le proprie perdite).
Imbrogliare per nascondere il grado di coinvolgimento nel gioco d’azzardo.
La persona ha rischiato o perso relazioni interpersonali significative, lavoro e opportunità educative o professionali a causa del gioco d’azzardo.
La fiducia in altri per ottenere denaro per alleviare la situazione finanziaria disperata causata dal gioco d’azzardo.
Donna e gioco di azzardo.

È importante sapere che il comportamento descritto sopra non si spiega meglio con la presenza di un episodio maniacale. I sintomi delle dipendenze (sia da sostanze che da comportamenti) variano molto da una persona all’altra.

Tuttavia, si verificano quasi sempre perdita di controllo della situazione ed esaurimento emotivo. È quindi importante cercare un aiuto professionale in caso di dipendenza, che sia da una sostanza, dal gioco o da altri comportamenti o azioni (sesso, shopping, ecc.).

“La dipendenza è un adattamento. Non sei tu, è la gabbia in cui vivi”.
-Johann Hari-

Bibliografia

American Psychiatric Association. Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, 5th. Edition (DSM-5). Washing- ton, DC.: American Psychiatric Association; 2013.
Cía, A. (2013). Las adicciones no relacionadas a sustancias (DSM-5, APA, 2013): un primer paso hacia la inclusión de las Adicciones Conductuales en las clasificaciones categoriales vigentes. Rev Neuropsiquiatr, 76(4):210-217.
Gelhorn H, Hartman C, Sakai J, Stallings M, Young S, Rhee SH, et al. Toward DSM-V: an item response theory analysis of the diagnostic process for DSM-IV alcohol abuse and dependence in adolescents. J Am Acad Child Adolesc Psychiatry. 2008;47(11):1329- 39
Hasin D. DSM-5 SUD diagnoses: changes, reactions, remaining open questions. Drug Alcohol Depend. 2015;148:226-9.
Riva-Posse, A.E. (2016). Trastornos Adictivos. Inmanencia, 5(1): 51 – 57.

https://www.centrosannicola.com/strategie-per-affrontare-il-craving/

https://www.psychiatry.org/

da lista mente gg

  Discussione Precedente Discussione n. 22848 Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi alla discussione
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:



Macrolibrarsi


English French German Italian Spanish


[Amadeux BiblioForum] © 2001-2021 Amadeux MultiMedia network. All Rights Reserved. Torna all'inizio della Pagina