[Amadeux BiblioForum]
Clicca qui per andare al sito di Audioterapia, Musica ed elementi subliminali benefici
13/04/2021 - 12:18:24
    [Amadeux BiblioForum]                                     Ip: 35.171.164.78 - Sid: 726465550 - Visite oggi: 99 - Visite totali: 42.769.126

Home | Forum | Calendario | Registrati | Nuovi | Recenti | Segnalibro | Sondaggi | Utenti | Downloads | Ricerche | Aiuto

Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?



 Tutti i Forum
 Forums e Archivi PUBBLICI
 SUBLIMEN BiblioForum
 Salvaguardare la salute del cervello
 Nuova Discussione  Rispondi alla discussione
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione n. 22676 Discussione Successiva  

admin
Webmaster

8hertz

Regione: Italy
Prov.: Pisa
Città: Ponsacco


22813 Messaggi

Inserito il - 07/04/2021 : 10:09:26  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Salvaguardare la salute del cervello

La plasticità è una delle caratteristiche più sorprendenti del cervello. Siamo tutti ancora in tempo per apportare cambiamenti per favorirne la salute e ridurre così il possibile rischio di declino cognitivo e la comparsa di demenze.

Alcune abitudini aiutano a salvaguardare la salute del cervello indipendentemente dall’età o dallo stile di vita condotto fino al momento presente. Bisogna apportare dei cambiamenti che agiscono come vere rivoluzioni per il nostro benessere e soprattutto per la salute del cervello, che tante volte trascuriamo quasi senza rendercene conto.

Il neuroscienziato David Eagleman nella sua opera La vita segreta della mente sottolinea il fatto che viviamo la nostra vita tra preoccupazioni, ansia e noia, senza renderci conto che siamo una delle creature più fortunate di questo mondo.

Non sempre apprezziamo la raffinatezza del nostro universo neurologico, quanto sia straordinario che le persone possano disporre di uno degli organi più eccezionali presenti in natura.

Nel cervello si trova non solo ciò che siamo, ma anche ciò che possiamo diventare. Una delle sue caratteristiche fondamentali è la plasticità, attraverso la quale possiamo modificare abitudini o conoscenze predeterminate tramite l’apprendimento di nozioni nuove. Di conseguenza possiamo aumentare la felicità e prevenire inoltre l’insorgere di malattie.

12 abitudini per salvaguardare il benessere del cervello

Molti di noi associano le demenze come l’Alzheimer alle persone anziane. È una malattia di cui soffrono i nostri nonni o genitori quando raggiungono i 70 o 80 anni. Ciò che ignoriamo è che le malattie neurodegenerative possono presentarsi durante la giovinezza e molto prima di quanto pensiamo.

Esperti in materia, come la Dottoressa Lisa Mosconi, direttrice associata della clinica per la prevenzione dell’Alzheimer presso la Cornell University, ci dicono che tutti possiamo e dobbiamo essere proattivi nel prevenire l’insorgenza del declino cognitivo. Inoltre, studi come quello pubblicato dalla rivista The Lancet nel 2020, sottolineano un concetto importante.

Un gruppo di 28 esperti ha svolto un’analisi esaustiva della ricerca per concludere che possiamo intraprendere alcune abitudini di vita che ci permettono ridurre il rischio di sviluppare demenza fino al 40%. Quindi, poiché tutti desideriamo vivere una vita libera dalle devastazioni del declino cognitivo, non fa mai male applicare le abitudini che secondo la scienza servono a mantenere sano il cervello.

1. Controllare la pressione sanguigna per vivere meglio

L’ipertensione è un nemico silenzioso e mortale. Non solo mette a rischio la salute cardiovascolare, ma altera anche il flusso sanguigno e il nutrimento che arriva al cervello. Per questo, è conveniente prendere in considerazione quanto segue:

Ridurre il consumo di sale.
Andare dal medico per effettuare controlli periodici e, se necessario, assumere farmaci per regolare la pressione sanguigna.
Mantenere una vita attiva facendo sport regolarmente.
Controllare i focolai di ansia e stress quotidiano.

2. Per l’ennesima volta… non fumare (e fare attenzione al fumo passivo)

Conosciamo tutti molto bene gli effetti del tabacco sulla salute. Tuttavia, al di là del noto rischio cancerogeno, non possiamo trascurare l’effetto che le sigarette hanno sul cervello.

Allo stesso modo, non basta smettere di fumare, è importante non essere esposti al fumo delle persone che ci stanno intorno e che non hanno ancora abbandonato questa dannosa abitudine.

3. Via l’alcol per salvaguardare la salute del cervello

Il problema dell’alcol continua ad essere una realtà di grande impatto sulla società. È importante sapere che il consumo eccessivo di alcol impedisce al cervello di generare nuovi neuroni, ne riduce la funzionalità, aumenta il rischio di soffrire di disturbi psicologici e anche di demenze.

4. Il problema delle città ad alto tasso di inquinamento

Tra le abitudini che salvaguardano la salute del cervello ce n’è una che non è sempre facile da raggiungere. Vivere in un ambiente privo di inquinamento riduce anche il rischio di malattie e declino cognitivo. Per quanto possibile, facciamo in modo di vivere la nostra vita in un ambiente privo di inquinamento, perché un’atmosfera nociva si ripercuote sulla funzionalità del nostro cervello.

5. Il miglior investimento? La riserva cognitiva

Definiamo riserva cognitiva quel costrutto neuropsicologico che ci permette di affrontare i cambiamenti cerebrali legati all’età o ad alcune patologie.

Rimanere mentalmente attivi fa aumentare la capacità di questa riserva, rende più forti le connessioni neurologiche e questo fa sì che il passare del tempo abbia meno effetto su di noi.

Tra le abitudini per salvaguardare il benessere del cervello, non dimenticate di nutrire la vostra curiosità, di imparare ogni giorno cose nuove, leggere, scoprire, avere conversazioni stimolanti, praticare giochi di memoria o di stimolazione cognitiva.

6. Mantenere un peso sano ci permette di godere di una migliore qualità della vita

Sappiamo che l’obesità è un fattore di rischio per più di una malattia: diabete, problemi cardiovascolari, cancro. Tuttavia, il sovrappeso aumenta anche il rischio di sviluppare demenze.

Pertanto, non esitate a rivolgervi agli esperti (nutrizionisti, endocrinologi, psicologi…) per raggiungere e mantenere il peso forma.

7. Il collegamento depressione-demenza: chiedere aiuto nel trattamento di questo disturbo

Questo è un dato importante. Studi, come quelli condotti presso l’Università di Cambridge, dimostrano che esiste una relazione tra depressione e demenza. La ricerca, durata oltre 35 anni, ci mostra che coloro che hanno sofferto di depressione maggiore non trattata presentano un rischio maggiore di sviluppare declino cognitivo.

8. Attenzione a cadute, incidenti e lesioni

Le lesioni alla testa possono causare danni permanenti e pericolosi al cervello. A volte, possiamo cadere o farci male e mostrare subito dopo alterazioni nella funzione cerebrale.

Il più grande fattore scatenante per questo tipo di trauma si verifica a seguito di incidenti in auto. Pertanto, cerchiamo di indossare sempre la cintura di sicurezza e di fare attenzione quando siamo alla guida.

9. Agire per far fronte alla perdita dell’udito

La perdita dell’udito non è un problema irrilevante. Sappiamo, ad esempio, che la perdita dell’udito è collegata alla depressione e quando entrambe le problematiche non vengono trattate, portano la persona a un isolamento progressivo. Questi fattori causano il declino mentale e si tratta di qualcosa che potremmo facilmente evitare con l’uso di apparecchi acustici, se necessario.

10. Prevenire il diabete tra le abitudini per salvaguardare la salute del cervello

Il diabete aumenta il rischio di demenza vascolare. È importante ricordare che tutti noi possiamo evitare lo sviluppo del diabete di tipo 2 adottando migliori abitudini di vita.

Ridurre il consumo di zuccheri, prendersi cura della dieta e fare sport regolarmente si riflette sulla nostra salute generale.

11. Fare esercizio fisico

Non è necessario diventare atleti. È sufficiente assumere uno stile di vita attivo in cui, ad esempio, non manchi mai una camminata quotidiana di mezz’ora. Nuotare, ballare, andare in bicicletta o trovare il tipo di sport che più si adatta alle nostre esigenze può senza dubbio ridurre il rischio di demenze.

12. Mantenersi socialmente attivi per salvaguardare la salute del cervello

Tra le abitudini che salvaguardano la salute del cervello ce n’è una da non perdere: le relazioni sociali positive. Condividere esperienze e conversazioni interessanti con gli amici si tramuta in un forte senso di benessere.

Avere un partner con cui costruire una vita felice piena di progetti ci mantiene attivi, felici e ottimisti. Tutte radici di benessere che si riflettono sulla nostra salute mentale e cerebrale. Non esitiamo a mettere subito in pratica questi suggerimenti.

Bibliografia

Gill Livingston, Jonathan Huntley, Andrew Sommerlad, David Ames, Clive Ballard, Sube Banerjee, Carol Brayne (2020) Dementia prevention, intervention, and care: 2020 report of the Lancet Commission. The Lancet, Vol. 396, No. 10248 Published: July 30, 2020. Doi DOI:https://doi.org/10.1016/S0140-6736(20)30367-6
Holmquist S, Nordström A, Nordström P (2020) The association of depression with subsequent dementia diagnosis: A Swedish nationwide cohort study from 1964 to 2016. PLoS Med 17(1): e1003016. https://doi.org/10.1371/journal.pmed.1003016

https://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736(20)30367-6/fulltext

https://journals.plos.org/plosmedicine/article?id=10.1371/journal.pmed.1003016

da lista mente gg


  Discussione Precedente Discussione n. 22676 Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi alla discussione
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:



Macrolibrarsi


English French German Italian Spanish


[Amadeux BiblioForum] © 2001-2021 Amadeux MultiMedia network. All Rights Reserved. Torna all'inizio della Pagina