[Amadeux BiblioForum]
Clicca qui per andare al sito di Audioterapia, Musica ed elementi subliminali benefici
25/07/2021 - 06:02:15
    [Amadeux BiblioForum]                                     Ip: 3.95.131.146 - Sid: 487712754 - Visite oggi: 19730 - Visite totali: 49.218.517

Home | Forum | Calendario | Registrati | Nuovi | Recenti | Segnalibro | Sondaggi | Utenti | Downloads | Ricerche | Aiuto

Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?



 Tutti i Forum
 Forums e Archivi PUBBLICI
 ALTREVISTE BiblioForum
 11 settembre e processi psicologici
 Nuova Discussione  Rispondi alla discussione
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione n. 13166 Discussione Successiva  

admin
Webmaster

8hertz

Regione: Italy
Prov.: Pisa
Città: Capannoli


22963 Messaggi

Inserito il - 14/09/2011 : 10:44:06  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
11 settembre: l'evento ha influenzato i processi psicologici delle masse

13 settembre 2011

Sulla scia del decimo anniversario degli attacchi dell'11 settembre, una ricerca pubblicata sul Journal of Traumatic Stress rivela in che modo gli attacchi abbiano influenzato i processi psicologici anche di persone non direttamente coinvolte.

Lo studio, focalizzato su un gruppo di studenti di un College in Massachusetts, ha evidenziato come anche coloro che non erano direttamente coinvolti con gli eventi di New York o Washington, hanno mostrato un aumento delle risposte di stress nel rivedere le immagini connesse agli eventi.

“Altri studi hanno già dimostrato come gli attacchi dell'11/9 abbiano portato a un'ondata di stress e ansia negli Stati Uniti”, ha detto Ivy Tso, ricercatrice presso l'Università del Michigan.

“L'8-10 per cento dei residenti di New York ha riportato sintomi compatibili con disturbo post-traumatico da stress (PTSD) o depressione, mentre il 40 per cento degli americani in tutto il paese ha manifestato sintomi significativi di stress legati agli attacchi”.

Lo studio di Tso e colleghi, che ha avuto luogo entro una settimana degli attacchi, ha valutato un campione di 31 studenti universitari a Boston, non direttamente collegati agli attentati di New York. Ai partecipanti sono state mostrate una serie di 90 foto, 30 delle quali contenenti le immagini degli attacchi, mentre le restanti 60 erano 'neutrali'.

Il team ha poi misurato l'attività cerebrale dei partecipanti, in modo da registrare segni di ansia e stress.

“I risultati del nostro studio indicano che le risposte delle onde cerebrali dei partecipanti durante l'elaborazione delle immagini hanno deviato dal normale in proporzione al loro livello di disagio connesse con gli attacchi”, ha detto Tso.

Le deviazioni neurali legate allo stress sono analoghe a fenomeni clinici e alla cognizione anomala osservata in individui con PTSD (per esempio: diminuzione dell'attenzione, ipervigilanza, soppressione di pensieri indesiderati).

“Questa scoperta è significativa poiché i nostri partecipanti erano giovani, individui altamente funzionali, e ha dimostrato che mentre il loro disagio era chiaramente sotto la soglia clinica, le risposte del loro cervello alle informazioni emotive erano invece dello stesso tipo, anche se non allo stesso livello, delle persone affette da PTSD”, ha concluso Tso.

Fonte: salute.agi.it


  Discussione Precedente Discussione n. 13166 Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi alla discussione
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:



Macrolibrarsi


English French German Italian Spanish


[Amadeux BiblioForum] © 2001-2021 Amadeux MultiMedia network. All Rights Reserved. Torna all'inizio della Pagina