[Amadeux BiblioForum]
val al sito di Musica ed elementi subliminali benefici
17/04/2014, ore 11.45.12 - ip: 54.204.217.249 - sid: 1015398310
    [Amadeux BiblioForum]               Visite real time: 40 (max gg.: 46) - Sessioni gg.: 212 - Pagine visitate: 13.604.613
Home | Forum | Calendario | Registrati | Nuovi | Recenti | Segnalibro | Sondaggi | Utenti | Downloads | Ricerche | Aiuto
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?


 Tutti i Forum
 Forums e Archivi PUBBLICI
 Sublimen BiblioForum
 Una poesia a Dio di Vittorio Gassman
 Nuova Discussione  Rispondi alla discussione
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione n. 5563 Discussione Successiva  

admin
Webmaster

8hertz

Regione: Italy
Prov.: Pisa
Città: Ponsacco


16408 Messaggi

Inserito il - 20/06/2006 : 16:07:00  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di admin Invia a admin un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Una poesia a Dio


di Vittorio Gassmann


Mi sembra bello ri-postarvi questa poesia di Vittorio Gassmann - che scopre
un lato poco noto del grande attore.

Guido


...........




A DIO

Eri, come "La lettera smarrita" di Poe,
nello spazio impensato perché
scontato.

Eri e Sei - forse ora ho capito -
fra le parole che ho tanto usato e
osato;
sempre ci sei stato, eri li,
ci sei ancora e voglio decifrarti,
stanarti usando sì le parole ma in
modo
diverso e in diverso modo la follia,
il mestiere con cui la parola
mi diventa grafia, mania, modo,
vuoto suono ad effetto. E fola.

Solo quello so fare, solo lì
c'è speranza che Tu adesso compaia
perfetto,
se vuoi in rima, rimando con te stesso,
in un metro o in un altro. Tu
puoi innalzare al cielo qualunque
prosodia;
purché Tu appaia, le fruste parole
si fanno Parola, e col mio io
sepolto finalmente parlerai,
che mai è stato quel che era forse
destinato
ad essere, un io mancato, strangolato.

Parlami a perdifiato, Ti cedo
ogni suono o silenzio; e già ti vedo
emergere da quella pila di parole
inutilmente sparse nel cassetto,
cancellarne rime e rumore,
facendone linguaggio perfetto.

Cancella anche me, cambiami,
conducimi,
ritraducimi, parla Tu per sempre,
Signore.

Vittorio Gassman



  Discussione Precedente Discussione n. 5563 Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi alla discussione
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:


[Amadeux BiblioForum] © 2001-2014 Amadeux Multimedia Network. All Rights Reserved. Torna all'inizio della Pagina
Pagina generata in 0,19 secondi. - Powered by Snitz