[Amadeux BiblioForum]
Clicca qui per andare al sito di Audioterapia, Musica ed elementi subliminali benefici
18/10/2018 - 10:15:50
    [Amadeux BiblioForum]                               Ip: 54.161.100.24 - Sid: 953418465 - Visite oggi: 9120 - Visite totali: 31.036.066

Home | Forum | Calendario | Registrati | Nuovi | Recenti | Segnalibro | Sondaggi | Utenti | Downloads | Ricerche | Aiuto

Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?




 Tutti i Forum
 Forums e Archivi PUBBLICI
 SUBLIMEN BiblioForum
 I sette peccati sociali di Gandhi
 Nuova Discussione  Rispondi alla discussione
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione n. 21268 Discussione Successiva  

admin
Webmaster

8hertz

Regione: Italy
Prov.: Pisa
Città: Ponsacco


21413 Messaggi

Inserito il - 08/10/2018 : 09:46:07  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
I sette peccati sociali di Gandhi

I sette peccati sociali

secondo Gandhi

Quelli che seguono sono i sette peccati sociali secondo Mohandas
Karamchand Gandhi, così come li elencò sul settimanale «Young India»,
da lui fondato, il 22 ottobre 1925.

Anche se normalmente il termine «peccato» viene associato a un
contesto religioso, Gandhi lo adopera qui nell'accezione più ampia di
«offesa alla fondamentale dignità umana». Anche se hanno ottant'anni,
mi pare che non li dimostrino affatto...

1) politica senza principï;
2) affari senza moralità;
3) scienza senza umanità;
4) conoscenza senza carattere;
5) ricchezza senza lavoro;
6) divertimento senza coscienza;
7) religione senza sacrificio.

A questi sette, Arun Gandhi, nipote del Mahatma e fondatore
dell'Istituto Gandhi per la noviolenza, ne aggiunse un ottavo:

8) diritti senza responsabilità.


  Discussione Precedente Discussione n. 21268 Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi alla discussione
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:

CLICCA QUI per andare su Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti





[Amadeux BiblioForum] © 2001-2018 Amadeux MultiMedia network. All Rights Reserved. Torna all'inizio della Pagina