[Amadeux BiblioForum]
Clicca qui per andare al sito di Audioterapia, Musica ed elementi subliminali benefici
30/10/2020 - 12:08:20
    [Amadeux BiblioForum]                                     Ip: 54.236.35.159 - Sid: 437106896 - Visite oggi: 9458 - Visite totali: 40.234.723

Home | Forum | Calendario | Registrati | Nuovi | Recenti | Segnalibro | Sondaggi | Utenti | Downloads | Ricerche | Aiuto

Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?



 Tutti i Forum
 Forums e Archivi PUBBLICI
 Off-Topic BiblioForum
 Corpi invisibili?

Nota: Devi essere registrato per poter inserire un messaggio.
Per registrarti, clicca qui. La Registrazione è semplice e gratuita!

Larghezza finestra:
Nome Utente:
Password:
Modo:
Formato: GrassettoCorsivoSottolineatoBarrato Aggiungi Spoiler Allinea a  SinistraCentraAllinea a Destra Riga Orizzontale Inserisci linkInserisci EmailInserisci FlashInserisci Immagine Inserisci CodiceInserisci CitazioneInserisci Lista Inserisci Faccine
   
Icona Messaggio:              
             
Messaggio:

  * Il codice HTML è OFF
* Il Codice Forum è ON

Faccine
Felice [:)] Davvero Felice [:D] Caldo [8D] Imbarazzato [:I]
Goloso [:P] Diavoletto [):] Occhiolino [;)] Clown [:o)]
Occhio Nero [B)] Palla Otto [8] Infelice [:(] Compiaciuto [8)]
Scioccato [:0] Arrabbiato [:(!] Morto [xx(] Assonnato [|)]
Bacio [:X] Approvazione [^] Disapprovazione [V] Domanda [?]

   Allega file
  Clicca qui per inserire la tua firma nel messaggio.
    

V I S U A L I Z Z A    D I S C U S S I O N E
Fausto Intilla Inserito il - 23/10/2006 : 17:25:22
Fonte: http://www.ecplanet.com/canale/tecnologia-...t/ecplanet.rxdf
Susumi Tachi, professore d'ingegneria dell'Università di Tokyo, ha portato a termine uno strabiliante esperimento di “optical camouflage” (cammuffamento ottico) con l'aiuto di un giovane ricercatore, Kazutoshi Obana.

Il sistema X'tal Vision (Crystal Vision) è concettualmente molto semplice: grazie a una superficie trattata in maniera da essere opportunamente riflettente (come un impermeabile), una o più microcamere, un computer e un gioco di specchi, riesce a proiettare sull'oggetto da rendere invisibile l'immagine stereoscopica trattata al computer di ciò che in realtà sta dietro l'oggetto, dando così l'illusione della trasparenza, in modo che chi guarda è come se vedesse “attraverso” l'oggetto.

Per rendere possibile tutto questo, il sistema ha bisogno di un refresh continuo delle immagini provenienti dalle microcamere che riprendono ciò che sta dietro e lo riproducono davanti. Ma la vera chiave di tutto il sistema è un nuovo materiale chiamato “retro-reflectum”, che consente la visione di immagini tridimensionali. Il Professor Tachi lavorava all'idea di produrre oggetti invisibili dal 1977, ma finora tutti i tentativi erano falliti perché le immagini risultavano piatte e irreali. Grazie al retro-reflectum oggi quelle stesse immagini sono diventate vive, rendendo visibile l'invisibile.

Filmati:
http://www.youtube.com/watch?v=IIMWJMr_u24
http://video.google.it/videoplay?docid=-6083311613551695956
http://projects.star.t.u-tokyo.ac.jp/projects/MEDIA/xv/

Secondo Tachi, la sua tecnica potrebbe rendersi utili in molte applicazioni, in medicina, per permettere ai chirurghi di tenere sempre sott'occhio le proprie dita, in campo aeronautico, per spalancare nuove visioni ai piloti di aerei che potrebbero vedere al di là delle pareti degli aeroveicoli, o anche allo sviluppo di muri invisibili senza finestre. L'invenzione di Tachi potrebbe anche stimolare la fantasia criminale di intraprendenti “uomini invisibili”, come quello immaginato da H.G.Wells nel suo racconto del 1897.

Nel frattempo, due studiosi americani - Philip Moynihan e Maurice Langevin - hanno messo a punto per il Jet Propulsion Laboratory della Nasa un'altra tecnica chiamata “adaptive camouflage” (mimetizzazione adattiva) pensata nello specifico per usi militari: i soldati del futuro svaniranno letteralmente dai campi di battaglia grazie a speciali tute camaleontiche ricoperte di minuscoli schermi a cristalli liquidi, o al plasma, dotati di particolari sensori Aps (Active-pixel sensor), in pratica una rete in fibra ottica di microcamere collegate che filmano l'ambiente circostante per riprodurlo in tempo reale sui display. E così, grazie al simulacro digitale, si materializza l'eidolon platonico, che si sostituisce alla realtà con la veracità della mimesi.

COMMENTO PERSONALE ALL’ARTICOLO QUI ESPOSTO:

In un filmato si vedono alcune parti dello scheletro del soggetto che fa uso di tale tecnologia, come accade quando si osservano delle lastre radiografiche (radiografie).
Ebbene ciò sarebbe possibile solo se quelle microcamere a fibre ottiche che rivestono il materiale in questione,usassero onde elettromagnetiche ad alta frequenza (come i raggi X ad esempio)in uscita,in grado di entrare in risonanza* con le onde elettromagnetiche in entrata (luce visibile,dai 370 ai 670 nm di lunghezza).Se fosse realmente questo il principio che sta alla base di tutto il sistema, quel FDP che l'ha ideato presto o tardi finirà in galera,probabilmente (tutto dipenderebbe dalla quantità di radiazioni che i suoi dispositivi emettono,sicuramente sempre accettabilissimi per il Dipartimento della Difesa di qualsiasi governo,ma non in campo civile).

(* senza la risonanza tra i due tipi di onda non sarebbe possibile
il calcolo algoritmico per la ri-creazione delle immagini)

Discussione comparativa:
http://www.ufologia.net/forum/topic.asp?TOPIC_ID=4766


Fausto Intilla
(Inventore-divulgatore scientifico)
www.oloscience.com




Macrolibrarsi


English French German Italian Spanish


[Amadeux BiblioForum] © 2001-2020 Amadeux MultiMedia network. All Rights Reserved. Torna all'inizio della Pagina